venerdì 20 agosto 2010

Mini Recensioni Estive... Mini ma tante XD

Nuovo lunghissimo post. Queste sono le mini recensioni dei film che mi sono visto in vacanza. Sono graditissimi commenti.

9
Insomma… Un film che pur durando un’ora e venti sembra troppo lungo non è una gran cosa. Amo i film di animazione, e non posso dire che questo sia un brutto film. Il livello di animazione è ottimo, la regia è decisamente buona (pur non raggiungendo minimamente i livelli Pixar). Il problema è l’idea di fondo, troppo raffazzonata e poco chiara, tanto da passare velocemente dall’intrigante all’incomprensibile. Semplicemente non si riesce a provare simpatia per dei protagonisti di cui non si capisce l’origine.
Voto: 7 ½

Alvin Superstar 2
Ok, non che mi aspettassi il capolavoro del secolo, ma anche questo è stata una grande delusione. Il primo capitolo era una minchiatina divertente, ma qui si esagera un po’ troppo….
Voto: 6

Amabili Resti
Qui si va sul difficile. Adoro Peter Jackson (più nella sua fase pre-Signore Degli Anelli, senza nulla togliere a quel gran film), ma qui ha mezzo toppato. Sostanzialmente il film parla di una bambina che viene uccisa da un serial killer suo vicino di casa, e dall’aldilà cerca di comunicare con suo padre ed altri in modo di punirlo per quello che ha fatto… O almeno questo sembrava dal trailer. Il film in realtà separa in modo troppo netto la dimensione mistica dell’aldilà con quella concreta della realtà, e nella prima va decisamente troppo nel kitsch visionario, poco contestualizzato. Peccato, perché sembrava un ritorno ai fasti di Creature Dal Cielo. Un plauso all’interpretazione di Stanley Tucci, davvero straordinario.
Voto: 7 ½

Capitan America
Mamma mia. Mamma mia. Mamma mia. Non dico altro. Un appello alle case di produzione: se non avete nè i soldi nè le capacità per fare certi film, non fateli, vi prego….
Voto: 4

Decameron Pie
No comment. Fosse stato almeno divertente… invece non è nemmeno quello. Un’accozzaglia di generi, volgarità a caso e interpretazioni imbarazzanti (Tim Roth, poi mi spiegherai perché hai firmato…)
Voto: 3 ½

FAQ About Time Travel
Finalmente una recensione positiva. Una cosa piccola, ma che funziona decisamente bene. Co-prodotto da BBC e HBO (decisamente si sente di più la prima), è un piccolo film di fantascienza molto ironico sui viaggi nel tempo. Una trama semplice, non pretestuosa, che funziona molto bene ed è parecchio divertente. Consigliato. Nota: cita Doctor Who e Firefly, non potevo non amarlo….
Voto: 8

Following
L’esordio del grandissimo Christopher Nolan, girato in 4/3 e in un bellissimo bianco e nero (non so se volutamente o per motivi di budget), è un piccolo e breve thriller che evidentemente si rifà allo stile degli anni 60. Non posso dire di averlo trovato straordinario, ma sicuramente merita una visione.
Voto: 7 ½

Funny People
Adoro Apatow. Adoro il suo stile comico marcato in tutte le sue produzioni, alcune delle commedie più divertenti e intelligenti degli ultimi anni. In questo film vira un po’ di più sull’impegnato, senza esagerare, narrando la storia di un comico (Adam Sandler) che dopo aver scoperto di essere malato cerca di mettere in ordine la sua disordinata vita, con l’aiuto di un altro comico esordiente (Seth Rogen). Interpretazioni ottime, il film è spesso molto toccante. Due grossi difetti però, la lunghezza eccessiva (quasi due ore e mezza per un film del genere sono decisamente troppe) e il personaggio di Rogen, il cui ruolo nella storia è poco chiaro e confuso. Però lo consiglio assolutamente.
Voto: 8 ½

Galaxy Quest
L’avevo già visto ma l’ho rivisto volentieri. Un tributo/parodia a Star Trek, divertente e ben fatto, ma niente di eccezionale.
Voto: 7

Gamer
Dunque. Ho adorato i due Crank alla follia nel loro essere esageratamente tamarri a livello realizzativo e questo film degli stessi autori non fa eccezione. Ma, a differenza dei predecessori, si prende parecchio sul serio, e questa cosa poco si sposa con lo stile dei suoi autori. Il risultato è un film potenzialmente molto interessante (anche se non originalissimo, bisogna dirlo) ma che risulta esageratamente veloce e confusionario. Comunque io adoro come girano quei due pazzi di Neverdine e Taylor.
Voto: 7 ½

Hollywood Ending
Allen. Ho detto tutto. Niente di indimenticabile, con delle scelte molto discutibili (la cecità del protagonista è protratta eccessivamente), ma dannatamente divertente e da blocco degli appunti a livello di battute.
Voto: 7

Il Mago di Oz
Oh, io non l’avevo visto da piccolo e l’ho visto solo adesso. Porco cane che film, sarà costato un fottio al tempo. Realizzazione incredibile e imponentissima per il tempo, ma Fleming, che non era l’ultimo cretino, se lo poteva permettere. Bello bello bello.
Voto: 8

Hotel Chevalier + Il Treno Per Darjeeling
Wes Anderson è un autore da tenere d’occhio. Sicuramente il più rappresentativo (IMHO anche il migliore) regista della scena indie americana, ha ambientato il suo penultimo film (l’ultimo è The Fantastic Mr Fox, che devo ancora vedere ma che evidentemente è distante dal suo solito stile) in India, in un viaggio di formazione compiuto da tre fratelli. Il suo stile è marcatissimo, i suoi movimenti di carrello sono geniali. Mi è piaciuto parecchio. Comprendo la scelta di aver separato Hotel Chevalier dal resto, questo mini prologo del film ha uno stile che sarebbe stonato insieme al resto, essendo decisamente più erotico che comico. E grazie a Wes Anderson per la prima scena di nudo di Natalie Portman. Grazie grazie grazie.
Voto: 8

La Verita' e' Che Non Gli Piaci Abbastanza
Mi aspettavo fosse una commedia romantica, che mi piacciono tanto, e invece si è rivelato essere un film drammatico sui temi della coppia. Un cast stratosferico (Aninston, Johannson, Barrymore, Connelly, Affleck…) e decisamente in parte. Non eccelso ma niente male.
Voto: 7 ½

Lightspeed
Non spenderò troppe parole su questa porcata immane. E’ tutto sbagliato, dall’idea (un supereroe che corre più veloce della luce e si vede che si sposta? In un secondo in teoria dovrebbe fare cinque volte il giro della Terra…), al casting, alla sceneggiatura, ai costumi (brrrrr), alla regia. Mamma mia. E non ci credo che l’idea sia di Stan Lee.
Voto: 3

Little Miss Sunshine
Altro film indie, decisamente più impegnativo di quello di Anderson, con uno Steve Carell straordinario in un ruolo drammatico. Sicuramente non leggerissimo, ma nemmeno una mattonata indigeribile. Vale senza dubbio una visione.
Voto: 8

Lo Svarione degli Anelli - Il Ritorno del Padrino – Parte 1
Si ok, questo è un po’ un outsider. Secondo me è il migliore dei tre fino adesso, con meno scene cult (Gollum/Condom che caga nel primo rimane imbattibile) ma più costante.
Voto: 7

Pi Greco - Il Teorema Del Delirio
Ecco. Questo mi ha lasciato un po’ basito. Aronosfsky non è sicuramente un autore per tutti i palati, con l’eccezione forse dell’ultimo eccezionale The Wrestler, e questo ha costituito il suo debutto. L’idea di fondo non è male, ma l’ho trovato un po’ troppo grezzo e il delirio pseudo religioso finale è decisamente troppo pacchiano.
Voto: 7

Planet 51
Fantastico. Un film di fantascienza in cui il punto di vista è quello degli alieni e in cui gli umani giocano il ruolo degli invasori. E’ un film di animazione, perciò tutto questo è trattato in maniera molto ironica. Densissimo di citazioni, è terribilmente divertente, consigliatissimo.
Voto: 8

San Valentino di Sangue
Ho visto prima il remake, pessimo, e poi l’originale. Che è forse peggio. Non sono gli anni, non è il budget. In questi anni, in condizioni identiche, sono stati fatti Nightmare e Halloween. E’ proprio un film del cazzo, e tra l’altro il protagonista è estremamente odioso.
Voto: 5

Sicko
Michael Moore è un pazzo. Ho adorato tutti i suoi lavori, mi manca di vedere solo Roger & Me. Forse questo è il meno bello, ma comunque notevole e decisamente impressionante. La situazione sanitaria americana è decisamente disturbante. Da vedere, insieme agli altri suoi film, per smontare pezzo per pezzo il mito americano.

Uomini Che Odiano Le Donne
In queste ferie prima mi sono divorato il libro e subito dopo mi sono visto il film, farò due mini recensioni separate.
Libro: l’impressione iniziale era stata quella di aver davanti un pessimo autore, perché la scrittura era raffazzonata e la trama e la caratterizzazione dei personaggi scarsina. Invece andando avanti le cose migliorano decisamente, si prova una forte empatia con i personaggi e la trama è decisamente coinvolgente, con un finale non col botto ( e non fa nemmeno finta di esserlo, capito Dan Brown?) ma sicuramente non banale e ottimamente gestito.
Film: aspetto al varco Fincher con il suo inutilissimo (adoro Fincher, ma la cosa è evidente) remake americano. Il film è svedese, e questo gli permette di non seguire le regole hollywoodiane di produzione. Il film raggiunge le due ore e mezza, e con una scelta condivisibilissima viene sviluppata solo la trama principale dell’indagine, tagliando pochissimo (anche a livello di toni) ed essendo fedelissimo al romanzo, sfruttando le potenzialità del mezzo cinematografico (la storia tra l’altro si presta molto, visto che le immagini hanno un’importanza fondamentale nella trama). Un ottimo casting e ottime interpretazioni. Sono stato davvero soddisfatto.

2 commenti:

  1. ciao! in primis: ben tornato! da quanto ho visto, anche durante le vacanze non ti sei fatto mancare nulla.. d'altronde un affamato di cinema come te non avrebbe potuto fare altro!
    sinceramente dei film che hai recensito ho visto, mio malgrado, solo il Mago di Oz e concordo pienamente con la tua opinione: un film colossale per l'epoca!
    Tra gli altri, mi sa proprio che appena riesco guarderò FAQ About Time Travel. Tra l'altro in questi giorni, seguendo i tuoi consigli, mi sono finalmente decisa a guardare il Dottore! Avevi assolutamente ragione, fantastico!

    RispondiElimina
  2. bravissima! e diffondi il verbo!!

    RispondiElimina

Post più popolari