sabato 30 aprile 2011

Freaks!

Stavolta sarò breve...
Ragazzi ho una serie da consigliarvi caldamente. Sviluppata e interpretata da volti noti del Tubo italiano, Freaks è un gioiellino.
E' appena iniziata, sono stati prodotti solo due episodi (il secondo è in due parti, fanno tre). La realizzazione tecnica è impeccabile, amatoriale ma girata con gusto, tecnica e conoscenza del mezzo cinematografico non indifferente, un montaggio ottimo (ok, a parte qualche stacco un po' brutale, ma si sorvola) e una recitazione pressochè perfetta. Gli autori/attori sono ragazzi qualunque, fuori da qualunque giro, che si sono fatti un nome facendosi il culo da soli, di cui il più famoso è Willwoosh (Guglielmo Scilla, owner di uno dei canali più seguiti in Italia (nonostante ultimamente mi piaccia meno che agli esordi, è uno che ne sa).
La trama si ispira, vagamente, a Heroes e Misfits, ma la somiglianza è solo superficiale (di Misfits ho visto solo il pilot - la devo recuperare - ma le somiglianze sono risibili, sarebbe come dire che Boris è una copia di 30 Rock). Non vi dico altro, guardatela (dura 10 minuti a episodio, ed è tutta guardabile gratuitamente sul canale su Youtube e Facebook).
Guardate cosa hanno fatto questi ragazzi con NIENTE e per pura passione, visto che è distribuita gratuitamente. Anche qui in questo schifo di paese qualche luce si sta accendendo....

Link utili
Pagina Facebook: http://www.facebook.com/pages/Freaks-The-series/
Canale Youtube: http://www.youtube.com/user/freakstheseries
SIto ufficiale: http://www.freakstheseries.com

giovedì 28 aprile 2011

[RECE] Thor

Promosso. Con dei "ma" ma promosso.
Ero partito con un sacco di pregiudizi, il trailer non mi aveva convinto per nulla, e l'impressione che il tutto risultasse un polpettone tamarro pieno di effetti speciali era molto concreta.
Via il dente via il dolore, la cosa assolutamente peggiore è il 3D, non solo inutile, ma che rovina la fotografia, togliendo probabilmente molto fascino dalla realizzazione di Asgard e sopratutto rendendo inguardabili le scene movimentate. Signori produttori, la volete capire o no che mettere effetti tridimensionali artificiosi in scene d'azione rende il tutto puro caos? Insomma, me lo rivedrò in bluray e forse me lo godrò di più.
Il lavoro di Branagh è senza infamia e senza lode, ma sinceramente non è che mi aspettassi chissà che cosa, non è che da regista abbai mai eccelso. Ovviamente non sono mancati i critici che hanno dovuto mettere l'aggettivo "shakespeariano" nel parlare di questo film solo perchè lui era coinvolto (la maggior parte della sua carriera teatrale e cinematografica è costituita da adattamenti shakesperiani). Lasciamo perdere.
Il cast ha alti e bassi: perfettamente in parte l'enorme Chris Hemsworth, che usa una giusta dose di ironia, decisamente deludente il personaggio della Portman, non certo per colpa sua ma da un personaggio pensato in maniera mediocre (rimane bella bella bella in modo assurdo), fanno il loro lavoro i personaggi della Dennings e di Skarsgard. Straordinaria sia l'interpretazione che la definizione del personaggio di Loki, che senza dubbio spicca sugli altri, un buon lavoro da parte di Hopkins per Odino. Personaggi abbastanza inutili i compagni di Thor, a cui personalmente avrei rinunciato per dare maggior spazio allo sviluppo del personaggio della Portman.
Il look di Asgard era la cosa che mi preoccupava di più, l'impressione che dava era di essere estremamente artificioso e finto, ma visto attualizzato funziona piuttosto bene.
La trama è piuttosto lineare, e ben equilibrata fra il Thor asgardiano e il Thor sulla Terra, senza sviluppi che fanno gridare al miracolo, ma che funziona per bene per tutta la durata del film. L'esilio di Thor sulla Terra era pensato più come una punizione che come un vero esilio, e la cosa è evidente dal fatto che il martello cade a una distanza risibile dal punto in cui viene spedito Thor. Forse un po' frettoloso il processo di redenzione dell'arrogante guerriero, ma d'altra parte il tempo era quello che era. Anche se, sinceramente, qualcosa di un po' meno banale di "conosco la tipa, mi innamoro della tipa, divento buono" potevano inventarsela. Non ho mai letto il fumetto (a parte "Vikings" e "Loki" di Ennis, tanta roba) e non conosco la trama originale, però questo sviluppo non mi ha convinto particolarmente.
Morale un film che funziona bene, con dei punti così così ma che nel complesso della cosa si accettano. Non sono affatto d'accordo con chi dice che è il miglior film Marvel uscito fino ad adesso, primato che tuttora è in mano a Spiderman 2. Non ha sotto nè le palle di Nolan (della concorrenza) nè l'affetto e l'ottima conoscenza del personaggio che aveva Sam Raimi. Vero anche che Thor è un personaggio a cui non ci si affeziona, è un personaggio nato per essere quello potente e figo. E il suo lavoro lo fa. IMHO Iron Man è un paragone che ci sta (anche se, va detto, in quel film e nel suo seguito la parte del leone la fa Robert Downey Jr., che rende il tutto probabilmente meglio di quello che è)
Sullo sviluppo dell'universo cinema Marvel: si cita Bruce Banner, Tony Stark, Nick Fury, si vede Hawkeye, un mio amico ha anche ipotizzato l'apparizione di Luke Cage, ma non ho ancora trovato riscontri (anche se lo ritengo probabile). Inoltre la scena finale post titoli non solo è necessaria per completare il film, ma finalmente rivela il punto focale della trama (probabilmente) dell'ormai imminente film dei Vendicatori di Joss Whedon, che verterà sulla conquista del Cubo Cosmico.
L'attesa si fa spasmodica...

giovedì 21 aprile 2011

[RECE] The Pretty Reckless - Light Me Up




Stavolta cambiamo un po' argomento. Era un po'che volevo scrivere questa recensione, ho continuato a dimenticarmene.

I Pretty Reckless sono il gruppo fondato e voluto da Taylor Momsen, che è famosa ai più per due motivi: 1) era una candidata ad essere Hannah Montana 2) E' (o meglio è stata) una delle protagoniste di Gossip Girl (che, va detto, ho seguito in buona parte, finchè il mio cervello si è rifiutato di collaborare ed è andato in sciopero).
Dunque è lecito chiedersi: Isa ma sei rincoglionito? La risposta è no.
Perchè nonostante il suo background, che l'avrebbe portata a fare un dischetto pop come tanti, uno di quei dischi che gli attori fanno a tempo perso, che vengono a malapena pubblicati, e che comprano solo i fan sfegatati, la giovanissima (appena maggiorenne) ragazza ha voluto e creato un disco rock con i controcazzi. E non sto esagerando.
La Momsen ha avuto una mutazione personale e estetica non indifferente, sfoggiando praticamente da un giorno all'altro un look da bad girl da brividi. Mutazione estetica affatto fine a se stessa, e la prova è questo disco.
Non c'è dubbio che buona parte del lavoro sia stato fatto dal molto abile produttore del disco, ma non bisogna affatto togliere meriti alla ragazza, che non solo l'ha voluto così (quando, ripeto, avrebbe potuto fare un dischetto del cazzo e vendere il triplo), ma l'ha composto e supportato in tour, dimostrando di saperci fare e non poco (live non ha nulla da invidiare alla performance su disco, fatevi un giro su youtube).
Voce ruvida (per quanto può esserlo la voce di una ragazza diciassettenne), in un certo modo alcolica, rock all'inverosimile, melodica quanto basta. Aggiungete a questo un'ottima composizione dei pezzi, un disco che in dieci canzoni e 34 minuti di durata non sbaglia un colpo, alternando pezzi più "cattivi" ad ottime ballad (o splendide vie di mezzo come la mia preferita in assoluto, "Just Tonight"). Pregio non da sottovalutare, non è un disco con tre singoli e sette riempitivi, ma dieci ottimi pezzi, diversi tra loro ma perfettamente armonici. Inutile fare un track-by-track, è un disco che scorre via benissimo, coinvolge un sacco, e che non stanca mai (anzi, è difficile staccarsene).
La ragazza non è solo gran gnocca (anche se forse è un po' troppo zoccola esteticamente per i miei gusti) ma ci sa fare un sacco. E per promuovere il suo gruppo e dare tutta se stessa sta facendo impazzire i produttori di Gossip Girl. Mi ride anche il didietro.

In due parole, fatelo vostro, a me fa impazzire, spero possa piacere anche ad altri.

Qui sotto i tre video che sono stati pubblicati, che rendono molto bene la qualità del disco, ma non la esauriscono...







Bello bello bello!!!

martedì 19 aprile 2011

[RECE] Scream 4

Per essere chiari dall'inizio, il film mi è piaciuto a metà. Un buon sequel, un pessimo reboot della saga.

Cominciamo dai lati peggiori.
Innanzitutto metto una discutibile scelta nella qualità dell'immagine, che fa sembrare il film uscito dieci anni fa (e non sono del tutto convinto sia una cosa voluta).
Scream è stato concepito come parodia colta di un genere che il suo regista ha fortemente contribuito a creare, scritto con delle trovate non indifferenti, e senza dubbio uno dei miei film preferiti (anche per l'incredibile potenza della scena iniziale, che personalmente trovo seconda solo alla prima scena di Halloween di Carpenter). I sequel non erano assolutamente necessari, ma facevano il loro sporco lavoro, aggiungendo all'analisi il concetto dei sequel negli horror.
Cosa è successo nel frattempo? E' uscito Scary Movie. E la cosa non è indifferente. Nonostante l'estrema stupidità di quel film, gli autori sono riusciti a parodiare Scream così bene da non riuscire più a distinguerli nettamente. Si potrebbe riflettere sul senso di fare una parodia di una parodia (o addirittura la parodia della parodia di una parodia -->vero?) ma lasciamo stare. La conseguenza diretta è che non si riesce più a vedere Scream troppo seriamente. La prova secondo me l'ho vista al cinema: la sala era popolata da bimbetti, che del retrotesto di Scream non sapevano nulla, ma che sicuramente avevano visto SM, e che scoppiavano a ridere ogni volta che entrava in scena Ghostface, e non solo. L'ironia del film (potentissima nella prima scena) risultava molto più stupida di quello che voleva essere, sopratutto nella sequenza finale, che obiettivamente scivolava spesso nel grottesco (anche se non era voluto). Come chi mi legge sa bene, non mi piace spoilerare nelle recensioni, ma quando lo vedrete capirete al volo a quale scena mi sto riferendo...
Ma il problema grosso è nella tematica del film. Premesso che questo film è stato realizzato con la solita balla che viene raccontata al pubblico quando si fanno seguiti del genere, cioè "ho aspettato così tanto a farlo perchè aspettavo una sceneggiatura che avesse materiale degno", l'idea che ci sta alla base è ridicola: prendere in giro sequel e remake. In un sequel che ha una mezza intenzione di essere un remake. E' come se De Sica girasse una parodia dei cinepanettoni (Wes e Kevin, scusatemi il paragone improprio, ma ve le cercate), o la D'Urso facesse una discussione sulla tv spazzatura. Tra l'altro, non solo il concetto è già stato usato in Scream 2 e 3, ma anche ormai piuttosto banale e telefonato. Se non fosse che da questa base lo sviluppo è piuttosto divertente, con un potenziale sbocco che sarebbe stato geniale. Se non fosse che non lo seguono. Volutamente e esplicitamente. Se il film fosse finito una decina di minuti prima, il mio giudizio sarebbe stato nettamente migliore. Ma non hanno avuto il coraggio di rivoluzionarsi, e il tutto per fare una pessima battuta ad effetto: "Sai qual'è la prima regola dei remake? Non cambiare l'originale". Perciò alla fine del film una rivoluzione nel meccanismo narrativo, che avrebbe potuto dare nuova linfa alla serie, viene volutamente negato, per restare su lidi conosciuti. Perciò la trama rimane identica agli altri tre: Woodsboro, un gruppo di ragazzi, Ghostface che arriva e li ammazza, lo spettatore che deve capire chi è a questo giro (questa parte bisogna dire è sviluppata molto bene), lo scopre (qui invece la scelta è discutibile), Sydney lo/li ammazza, fine. Davvero un peccato, soprattutto perchè se davvero hanno intenzione di girare il 5 e il 6 (ma non credo questo capitolo avrà risultati accettabili) e questo è lo stato delle loro idee è triste. Sopratutto per un film che va a criticare gli horror seriali, e finisce per avere tutte le caratteristiche di ciò che critica.

Passiamo ai lati positivi: il grosso del film è decisamente divertente (non fa paura neanche mezzo secondo, e non è nemmeno così violento), sopratutto la folle scena iniziale, in cui ci si vedere passare davanti una gran quantità di facce conosciute (soprattutto per chi segue parecchie serie come il sottoscritto, e non sono attrici scelte a caso ma proprio per colpire questo target), anche se bisogna far notare quanto cazzo si è imbruttita Kristen Bell... Ci pensa la Teegarden a alzare la media dello gnoccolame. E' sempre piacevole poi vedere i protagonisti dei film precedenti, devo dire in buona forma, a cui si aggiunge in particolare una Hayden Panettiere che oltre ad essere un'ammasso di feromoni ambulante qui si dimostra molto in parte.

Un'ora e mezza piuttosto piacevole, e se fosse uscito subito dopo Scream 3 non mi sarei nemmeno lamentato troppo, ma come spiegato fallisce miseramente, carendo in coraggio, nell'essere un potenziale reboot della saga (e della carriera di Craven, mentre Williamson continua a fare soldi a palate in tv). Se dovessi dargli un voto, 6 1/2 (ma proprio perchè a Wes e Kevin in fondo gli voglio bene)

sabato 2 aprile 2011

[RECE] Boris - Il Film

Stavo per scrivere la recensione, ho aperto Facebook ed è uscita questa:

http://prontoallaresa.blogspot.com/2011/04/rece-boris-il-film.html

Visto che sono perfettamente d'accordo, e sopratutto non ho nulla da aggiungere alla recensione del RRobe, che scrive indubbiamente meglio di me, mi limito a linkarla...
Andate a vederlo cazzo. Subito...

Post più popolari