domenica 20 novembre 2016

[RECE x2] Animali Notturni / Animali Fantastici e Dove Trovarli

Doverosa premessa: quanti schiaffi in faccia si merita il distributore che ha deciso che non fosse un problema distribuire nella stessa settimana, con lo stesso giorno di uscita, un film chiamato Animali Notturni e un altro che si chiama Animali Fantastici? Due film con due target MOLTO diversi? E sopratutto, quanti avranno sbagliato film, in centinaia?


Mi ero perso l'esistenza di "A Single Man", l'esordio di Tom Ford del 2009. L'ho recuperato giovedì sera, ed è uno spettacolo. Non vi dirò di cosa parla, ma guardatelo. C'è tanto di quel Cinema dentro da commuoversi, l'uso del colore è da manuale.
Animali Notturni, ben sette anni dopo, è ancora meglio. A differenza del precedente, in cui il background del suo autore era molto evidente (è famoso come stilista - cosa che ho letto su internet, io mi vesto ammerda e non sapevo chi fosse) qui ogni cosa è più ambiziosa e più "cinematografica". Sono rimasto esterrefatto dalla capacità di Ford di fare cinema di questo livello.
Di cosa parla il film? La protagonista è Amy Adams (ciao, ti amo) artista frustrata e in un matrimonio in crisi, che riceve dal suo ex marito, uno scrittore fallito, un manoscritto del suo nuovo romanzo. Da qui il film alterna la messa in scena del romanzo stesso e la reazione pregna a livello emotivo del personaggio della Adams. Non voglio dire di più, dico solo che è straziante e terrificante. Poi io ho una mia intepretazione del tutto, ma con tutta probabilità è una sovralettura.
Il cast è enorme e dà performance eccezionali, su tutti ovviamente Gyllenhall e la Adams. La regia è di un eleganza formale incredibile. E' un film da vedere, pesantissimo ma splendido.



Sono passati cinque anni dalla fine cinematografica della saga di Harry Potter, e visto che il fandom della saga non è mai morto, la Warner ha trovato il modo per ricavarci ancora un sacco di soldi. Assolutamente niente di male in questo, perchè il progetto è molto interessante.
A differenza di molti spinoff, sequel ecc. questo condivide, ovviamente, l'ambientazione con la saga principale, ma senza esserne troppo derivativo. Il tempo è diverso (circa 60 anni prima dell'inizio della storia di HP), il luogo è diverso (dall'inghilterra agli USA, con una conseguente diversità nell'ambientazione), i personaggi sono diversi e non sono delle fotocopie dei personaggi originali (anche per la differenza di età). L'impegno messo nell'ideazione del progetto è oggettivo, bisogna dargli credito. E' un film fatto per i fan ma senza fanservice, e secondo me apprezzabile tranquillamente anche da nuovi spettatori.
E anche il risultato è notevole. I personaggi funzionano benissimo, l'idea è solida, gli attori (tra l'altro, investimento economico notevole) perfettamente in parte (anche Redmayne, che mi sta sulle balle, è notevolissimo). Per quanto mi riguarda, è un progetto promosso che si merita di fare un sacco di soldi.
Non è perfetto, sia chiaro, la risoluzione finale è davvero molto "facile" e la sceneggiatura, della Rowling stessa, prende qualche scorciatoia di troppo (anche evitabile). Ma niente di scandaloso.
Sono decisamente curioso per i prossimi, in cui però credo che il legame con la saga potteriana diventi più forte (se dicessi il perchè spoilererei, evito).
Ah, certo, voglio uno Snaso. Tipo ora.




Nessun commento:

Posta un commento

Post più popolari